#Scaldatelli pugliesi…. buoni!!!

wpid-20150410_072052.jpgBuongiorno a tutti!!!

Da un po’ di tempo a questa parte mi sto appassionando al lievito madre….e con più o meno successi sperimento alcune ricettine….

Oggi vi vorrei mostrare i miei #taralli…. o meglio gli SCALDATELLI PUGLIESI, infornati questa mattina alle 6.30 (intanto che ci si preparava per andare a scuola/lavoro…  proprio per la merenda pomeridiana delle mie bimbe…

Si tratta di una ricetta che ho cercato appositamente per “sfruttare” gli esuberi di pasta madre che spesso si vengono a creare se non si panifica TROPPO spesso…. purtroppo non riesco a farlo regolarmente!!!

La fonte della ricetta è un utilissimo “contenitore” (http://app.gruppolapastamadre.it/#homeView) che spiega perfettamente tutto ciò che vi potrebbe incuriosire relativamente alla pasta madre (solida, liquida, conversioni, esuberi, tipologie di impasto….); in particolare la ricetta degli scaldatelli la trovate qui: http://app.gruppolapastamadre.it/#ricetta/1488

La riporto qui sotto:

Ingredienti per una tteglia e mezza di scaldatelli

Pasta Madre Solida:: 150 g esubero

Olio extra Vergine di Oliva:: 150 g

Vino:: 80 g bianco secco

Sale:: 8 g

Farina:: 300 g circa ttipo 0

Semi:: 1 qb di finocchio

Procedimento:

wpid-20150409_203350.jpgIn una ciotola sciogliere bene gli esuberi nel vino bianco intiepidito, aggiungete l’olio extravergine. Iniziare ad aggiungere la farina, poi il sale e infine il resto della farina.

Potrebbe volercene un po’ di più, lo sapete che ogni farina ha la sua capacità di assorbimento.

Aggiungete anche ii semi di finocchio se volete aromatizzare l’impasto oppure aromi a vostra scelta. Impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo, morbido e non troppo duro.

Far riposare l’impasto per almeno una ventina di minuti, coperto da un canovaccio.

Trascorso questo tempo, formate gli scaldatelli che, a differenza dei tarallini,, sono più grandi ed hanno la forma di un’asola allungata. Formate prima dei cilindretti spessi circa 1 cm e lunghi circa 15 cm ed incrociateli,, chiudendo ad anello e schiacciando le due estremità con il polpastrello. wpid-20150409_212310.jpg

Lasciarli asciugare per circa 20-30 minuti. Nel frattempo portare a bollore l’’acqua in una pentola capiente.

Versare 4 taralli per volta evitando di farli attaccare e con una schiumarola sollevarli non appena salgono in superficie.

Adagiare gli scaldateli su un canovaccio e fateli asciugare senza sovrapporli per almeno un paio d’ore: anzi, più asciugano, meglio è.

Trascorso il tempo di asciugatura (anche tutta la notte, se volete), pre riscaldare il forno a 200°° in modalità ventilata e adagiare gli scaldatelli sulla leccarda foderata da carta forno..

Far cuocere per circa 30 minuti (in totale) o finché non siano ben dorati e croccanti, imbiondititi ma non troppo scuri in superficie.

Dopo 15 minuti ho abbassato la temperatura a 180°° e girati sottosopra, poi dopo altri 10 minuti ho abbassato a 160° con sportello del forno semi aperto.

Sfornare e far raffreddare gli scaldatelli.

Una volta raffreddati, conservare in sacchetti per alimenti ben chiusi oppure in scatole di latta. Gli scaldatelli, infatti, sii conservano a lungo.

Se avanzano!!!!

wpid-20150410_072052.jpg

A presto con altre nostre delizie 🙂

Maria

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Idee, Le nostre ricette e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a #Scaldatelli pugliesi…. buoni!!!

  1. albana ha detto:

    oggi ho saputo che i taralli si fanno prima bolliti e poi sfornati….
    grazie Marì

    p.s dalla fotto avrei dato per scontato che sono integrali…..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...